Il sito utilizza cookie propri e di terze parti per fini statistici e per fornire ulteriori servizi. Proseguendo se ne accetta l'utilizzo.
E’ possibile modificare le opzioni di utilizzo anche tramite le impostazioni del browser. Maggiori informazioni.

testata_interne

Fondazione Cassa Rurale di Trento: Le borse di studio “volano” in Europa

Premiati tre progetti di ricerca transnazionali di altrettanti giovani “cervelli” trentini. Le borse di studio assegnate spalancano le porte a progetti di studio europei e di ricerca nei campi umanistico, giuridico e scientifico.
La presidente della Fondazione, Rossana Gramegna: orgoglio trentino.
Parigi, Berlino, Londra, Oslo, Francoforte. E Trento. Le borse di studio assegnate stamani dalla Fondazione Cassa Rurale di Trento spalancano le porte dell’Europa a tre giovani laureati trentini, distintisi per progetti di eccellenza da svolgere in varie università e istituti di ricerca europea in tre campi: umanistico-artistico, tecnico-scientifico, economico-giuridico.
È la “meglio gioventù” quella che si è presentata stamani a Palazzo Geremia per ricevere un assegno di 12mila euro ciascuno: una borsa di studio che servirà per approfondire particolari progetti a cui i giovani talenti si applicheranno nei prossimi mesi.
A credere in loro una istituzione come la Fondazione Cassa Rurale di Trento, ente che da sei anni distribuisce gli assegni con criteri molto selettivi: solo progetti di eccellenza, e solo transnazionali.
I “numeri”, questi giovani ricercatori, ce li hanno tutti:
Davide Giampiccolo, 25 anni, laureato in medicina e chirurgia, sta svolgendo un progetto di ricerca in campo neurochirurgico oncologico tra l’Universitätsmedizin di Berlino e il King’s College di Londra. Davide Maggipinto, 22enne laureato in ingegneria dell’informazione e gestione di impresa, parteciperà al Programma Qtem di ingegneria gestionale tra Berlino, Londra e Oslo. E la terza premiata, Eleonora Garzia di 24 anni, svilupperà il tema dell’identità europea in un dottorato di ricerca sui flussi migratori su tre Paesi (Francia, Italia e Germania).
I loro progetti sono stati scelti da un comitato formato da Diego Schelfi (presidente), Bruno Sanguanini (sociologo) e Gabriella Viero, ricercatrice al CNR.
I complimenti sono arrivati stamani dalla presidente della Fondazione, Rossana Gramegna, che ha consegnato le borse di studio evidenziando il ruolo attivo della Fondazione a sostegno dei giovani, e dall’assessore alla cultura Andrea Robol che ha rappresentato il Comune di Trento.
Tre le aree tematiche, altrettanti i “giovani cervelli” che hanno meritato il riconoscimento.
Area tecnico-scientifica: Davide Giampiccolo, 25 anni, laureato in Medicina e chiururgia, con il progetto “Ruolo della trattografia e dei valori di anisotropia frazionale locale (lFA) da essa derivati nel trattamento neurochirurgico dei tumori in area del linguaggio”, presso Charité - Universitätsmedizin Berlin e King’s College London L’obiettivo – viene spiegato - è fornire un sistema standard di trattografia del fascio del linguaggio (fascicolo arcuato), che non risenta delle deviazioni del fascio a causa del tumore, né di fibre aberranti causate dall’errore di calcolo del sistema per la presenza di edema. La trattografia viene fatta combinandola con i punti estratti da esami di stimolazione magnetica transcranica.
Area economico-giuridica: Davide Maggipinto, 22 anni, laureato in Ingegneria dell’Informazione e Gestione d’Impresa, con il progetto “Partecipazione al programma Qtem (Quantitative Techniques for Economics and Management) nell’ambito del Master in Business Engineering” presso Solvay Brussels School of Economics and Management - Université Libre de Bruxelles. Il Master in Business Engineering (Ingegneria Gestionale) dura due anni e offre l’opportunità di capire ed entrare in contatto con tutte le aree del management. Il programma è pensato per far acquisire conoscenze avanzate nei settori della finanza, del marketing, del controllo dei processi, della strategia aziendale e delle risorse umane, e cerca di far sviluppare tutte quelle abilità che un manager o un imprenditore ha bisogno per gestire al meglio il proprio business: problem solving, gestione delle informazioni, dei progetti e delle persone, etica, imprenditorialità, pensiero critico e capacità di lavorare in team.

Area umanistico-artistica: Eleonora Garzia, 25 anni, laureata in Scienze umane e sociali, con il progetto “Visioni del mondo concernenti la dinamica Noi-Altri nel processo di formazione dello ‘spazio pubblico europeo’. Rappresentazioni collettive, movimenti sociali, migrazioni. Passato e presente” presso Université Paris Descartes, Sorbonne – Ecole doctorale, sciences humaines et sociales e Università degli Studi di Trento – Doctoral School of Social Sciences. L’analisi avrà come fine quello di focalizzare l’attenzione sulla strutturazione effettiva delle visioni del mondo e delle rappresentazioni collettive che si affermano nel quadro dell’emergente spazio pubblico europeo e che si esprimono attraverso l’azione collettiva dei movimenti sociali. La ricerca vuole interrogare in maniera critica l’espressione del rapporto tra gli individui e la realtà che li circonda; approfondire il concetto d’identità e di appartenenza riconducendolo alla dinamica Noi – Altri, due poli, questi ultimi, che sono allo stesso tempo correlati e contrapposti.

Vedi il servizio al TG cooperazione.TV

IL TUO SOGNO DIVENTA REALTA' 2015
Borse di studio della Fondazione Cassa Rurale di Trento

Per sostenere l’impegno e la determinazione dei giovani trentini più meritevoli, la Fondazione Cassa Rurale di Trento istituisce 3 borse di studio del valore di 12.000 euro ciascuna, destinate a giovani laureati che intendano iniziare o proseguire un progetto di studio o di perfezionamento, presso Università o Istituzioni italiane o estere, pubbliche o private. 
Il bando prevede l’assegnazione di una borsa di studio per ciascuna delle seguenti aree tematiche: economico-giuridica, tecnico-scientifica, umanistico-artistica. 
Le domande vanno presentate entro il 30 ottobre 2015.
L’assegnazione avrà luogo entro il 15 dicembre 2015.

Requisiti di ammissione 
Possono concorrere cittadini italiani con i seguenti requisiti:

  • abbiano conseguito o conseguano - entro il 30/11/2015 - diploma di laurea con  votazione non inferiore a 105/110;
  • alla data del 31/12/2014 non abbiano già compiuto il 23esimo anno di età, se in possesso di diploma di laurea triennale o il 26esimo anno di età, se in possesso di diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento o laurea specialistica equivalente o laurea magistrale;
  • siano residenti nel comune di Trento o comuni limitrofi;
    COMUNI LIMITROFI DI TRENTO
    Albiano, Aldeno, Besenello, Calavino, Cavedine, Cimone, Civezzano, Garniga Terme, Giovo, Lasino, Lavis, Padergnone, Pergine Valsugana, Terlago, Vezzano, Vigolo Vattaro, Villa Lagarina
  • presentino un progetto di studio di particolare interesse;
  • non usufruiscano di altre forme di finanziamento o sostegno per il medesimo progetto.

La borsa dovrà essere fruita per percorsi di studio avviati entro il 30 giugno 2016


Scarica il Bando borse di studio 2015
Scarica il Facsimile domanda
Scarica la Locandina

 

fondocentro